il forum di Apecchio!
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Argomenti simili
Ultimi argomenti
» Un saluto Al forum!
Gio Gen 19, 2017 1:53 pm Da manny

» Ma ancora qualcuno passa?
Ven Ott 23, 2015 9:56 am Da alvin

» Per seguire le news del tubo!
Mar Ott 20, 2015 5:25 pm Da manny

» CONCERTO ZEN CIRCUS APECCHIO!! 22 AGOSTO!
Mer Ott 29, 2014 10:03 am Da manny

» Consulenza filosofica (Aicofi)
Mer Giu 18, 2014 1:22 pm Da manny

» Musica senza restrizioni per video
Mer Giu 18, 2014 1:20 pm Da manny

» Gioco cruciverba su apecchio.net
Sab Ott 26, 2013 7:16 pm Da alvin

» Poesia - Letteratura
Sab Ago 03, 2013 6:56 pm Da alvin

» Danzando con i fantasmi - Andrea Sponticcia
Gio Giu 20, 2013 12:27 pm Da spo

» Per gli interessati a piccoli gudagni/Risparmi online vendere e acquistare ecc
Mar Mag 21, 2013 11:25 am Da manny

» BRONTOLO dossier
Lun Mag 06, 2013 6:54 pm Da alvin

» Consigli ortaioleschi (periodo di orti)
Lun Apr 22, 2013 8:58 am Da alvin

» Virus [polizia postale, guardia di finanza]
Lun Mar 25, 2013 2:58 pm Da manny

» Luminamars 2013
Sab Mar 16, 2013 7:24 pm Da alvin

» Video del Notubo in onda su LACOSA
Gio Mar 07, 2013 10:09 am Da manny

» Ma che Bella Figura !
Mar Mar 05, 2013 4:41 pm Da Gacchan

» Consigli!?
Sab Gen 26, 2013 9:25 am Da alvin

» Dischi volanti -Ritrovamento
Mer Dic 26, 2012 8:23 am Da alvin

» Sull' Ilva (a servizio Pubblico) travaglio
Mar Dic 04, 2012 9:36 pm Da manny

» Crash video con videogames
Ven Nov 30, 2012 10:19 pm Da manny

ContApecchiesi

Condividere | 
 

 CODICE FISCALE SU SPESE OLTRE EURO 3000

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
rebi
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 260
Età : 49
Localizzazione : Monte Cavallo
Data d'iscrizione : 15.02.08

MessaggioTitolo: CODICE FISCALE SU SPESE OLTRE EURO 3000   Mer Dic 29, 2010 9:01 am

Pochissimi se ne sono accorti, nessuno gli ha dato peso. Ma nella manovra di luglio, nascosto tra le nuove misure contro l'evasione, c'è un codicillo «pesantissimo». Una vera e propria trappola a doppio taglio. Ricordate la fattura telematica? L'obbligo di trasmettere al fisco, dal primo gennaio del 2011, tutte le fatture superiori a 3 mila euro, 3.600 se il cliente finale non può scontare l'Iva? Bene: quella norma è parsa a tutti come disegnata per ridurre i margini di evasione di commercianti, professionisti e piccole imprese, ma ha pure un'altra faccia.
Sulla fattura dovranno essere indicati i dati fiscali dei clienti che acquistano i beni e i servizi. Così, per acquistare un anello dal gioielliere, bisognerà andare con il codice fiscale in mano. La traccia resterà nella banca dati dell'Agenzia, e da domani sarà molto più difficile evadere, non solo per i commercianti, ma anche per i loro clienti, soprattutto quelli che spendono più del reddito dichiarato. «E' un sacrificio che chiediamo a tutti i cittadini onesti, lo sappiamo. Ma vorremmo che fosse compreso, perché ci consentirà di colpire meglio gli evasori, gli stessi dei quali i contribuenti che pagano le tasse si lamentano» dice Attilio Befera, direttore dell'Agenzia delle Entrate, illustrando la nuova strategia del fisco contro l'evasione.
Tornare in alto Andare in basso
rebi
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 260
Età : 49
Localizzazione : Monte Cavallo
Data d'iscrizione : 15.02.08

MessaggioTitolo: Re: CODICE FISCALE SU SPESE OLTRE EURO 3000   Mer Dic 29, 2010 11:38 am

Dal 2011 l'Agenzia avrà tutte le armi possibili a disposizione. Fattura telematica, vincoli al contante, accertamento sintetico, redditometro, accertamenti subito esecutivi.

«Chi non paga le tasse faccia bene i propri calcoli. La vecchia logica di convenienza dell'evasione, alti guadagni e bassi rischi, perché i controlli erano rari, non sta più in piedi. Abbiamo tutti gli strumenti per stanare chi non paga, e ormai l'Agenzia è una macchina riorganizzata, rinnovata e rodata, che ha sviluppato capacità professionali notevoli. Possiamo colpire in modo mirato. Nel 2010 abbiamo recuperato 10 miliardi agli evasori. Da gennaio per loro sarà ancor più dura».
E sarà più costoso sanare le pendenze e mettersi in regola?
«A fine anno è stato deciso un inasprimento delle sanzioni per il ravvedimento operoso, per l'accertamento con l'adesione e la definizione agevolata, che scatteranno dal primo febbraio. Però si lascia la possibilità di rettificare le dichiarazioni dei redditi entro l'anno successivo. Entro settembre del 2011, quindi, per le dichiarazioni del 2009».
Torniamo alla fattura telematica. Che ne farete dei dati dei clienti?
«Alimenteranno le banche dati utili per gli accertamenti sintetici del reddito, che scatteranno automaticamente quando le spese effettivamente sostenute superano il reddito del 20%. Le prime 40 mila lettere di contestazione, formulate incrociando le dichiarazioni con i dati nostri, dell'Inps, del catasto, e quelli raccolti l'anno scorso sul territorio, ad esempio dai concessionari di auto di lusso, centri benessere, porti turistici, agenzie di viaggi, stanno partendo in questi giorni».
Tornare in alto Andare in basso
rebi
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 260
Età : 49
Localizzazione : Monte Cavallo
Data d'iscrizione : 15.02.08

MessaggioTitolo: Re: CODICE FISCALE SU SPESE OLTRE EURO 3000   Mer Dic 29, 2010 11:39 am

Poi scatterà il nuovo redditometro. Anche qui insieme allo strumento ci sarà il deterrente?

«Nelle prossime settimane metteremo in Rete il software, lo stesso che sarà poi usato dall'Agenzia. Ciascuno potrà verificare la congruità del reddito dichiarato con le spese sostenute e, se risulta qualche anomalia, molti potrebbero ritenere conveniente adeguare anche il reddito dichiarato nel 2010 con il ravvedimento operoso...».
Quali saranno gli altri terreni di caccia del 2011?
«Ci dedicheremo alle verifiche sulle imprese costantemente in perdita, le imprese usa e getta, che aprono e chiudono dopo pochi mesi, abbasseremo la soglia del tutoraggio a tutte le aziende che fatturano 150 milioni di euro l'anno. E poi le partite Iva»
Un numero impressionante, più di 7 milioni sulla carta, ma molte nascondono una forma di lavoro dipendente, tantissime altre non sono mai state operative.
«Cominceremo a fare pulizia anche lì. Intanto dal 28 febbraio parte un nuovo regime di autorizzazione. Oggi chi apre una partita Iva è subito inserito nel sistema Vies che consente di fare operazioni con l'estero, mentre da marzo ci riserveremo 30 giorni di tempo per autorizzarle. Nel frattempo partiranno le verifiche a tappeto sulle partite Iva esistenti. A chi non opera con l'estero verrà tolto l'accesso al Vies. Crediamo che così, intanto, si possano limitare le frodi carosello condotte con l'estero».

Tornare in alto Andare in basso
rebi
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 260
Età : 49
Localizzazione : Monte Cavallo
Data d'iscrizione : 15.02.08

MessaggioTitolo: Re: CODICE FISCALE SU SPESE OLTRE EURO 3000   Mer Dic 29, 2010 11:40 am

Da quest'anno gli accertamenti saranno subito esecutivi. I contribuenti avranno tempi strettissimi per decidere cosa fare, ma per voi è una grande responsabilità...


«La riduzione dei tempi di esecuzione con l'eliminazione delle cartelle, un'altra novità del 2011, corregge un'anomalia tutta italiana, l'unico Paese al mondo dove passava un anno e mezzo tra l'avviso di accertamento e il pagamento. È una norma che stimola il buon comportamento di tutti, anche se implica dei rischi per noi e per i contribuenti. Loro avranno tempi molto più brevi per decidere se fare ricorso, pagare o chiedere una sospensiva, ma anche molte meno possibilità di bloccare le procedure con contestazioni quasi sempre solo formali. Le Commissioni Tributarie saranno spinte all'efficienza, perché dovranno esaminare le richieste di sospensiva in tempi brevissimi. Anche per noi è un impegno: se oggi ci accorgiamo di un errore abbiamo un anno di tempo per sistemarlo, da ora in avanti, e garantisco che quando necessario lo faremo, dovremo agire immediatamente».
Tornare in alto Andare in basso
rebi
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 260
Età : 49
Localizzazione : Monte Cavallo
Data d'iscrizione : 15.02.08

MessaggioTitolo: Studi di settore e tasse: le novità del 2011   Mer Dic 29, 2010 12:26 pm

MILANO - La legge di Stabilità 2011 il nuovo nome della vecchia Finanziaria, approvata dal Parlamento e pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 21 dicembre, ed altri provvedimenti di fine anno, contengono varie novità fiscali di cui bisogna tenere conto per il 2011. Ecco le principali, riguardo alle persone fisiche e ai titolari di partita Iva.


Il bonus ambientale

La detrazione del 55% delle spese sostenute per gli interventi di risparmio energetico su edifici, che scadeva a fine anno, è stata prorogata a tutto il 31 dicembre 2011 dalla legge di Stabilità. Per le spese che verranno sostenute nel corso del 2011, tuttavia, la detrazione dovrà essere obbligatoriamente ripartita in 10 anni, invece che in 5 anni come avvenuto finora, senza nessuna riduzione del periodo di tempo a 3 o 5 anni per le persone che hanno almeno 80 o 75 anni come invece avviene per le spese di ristrutturazione edilizia che danno luogo al beneficio del 36%.Per chi ha lavori «energetici» iniziati nel 2010 ma ancora in corso a fine anno e che proseguiranno nel 2011, rimane l'obbligo di presentare un'apposita comunicazione telematica all'Agenzia delle Entrate entro il 31 marzo 2011.
Tornare in alto Andare in basso
rebi
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 260
Età : 49
Localizzazione : Monte Cavallo
Data d'iscrizione : 15.02.08

MessaggioTitolo: Studi di settore e tasse: le novità del 2011   Mer Dic 29, 2010 12:27 pm

Su il tasso d'interesse legale


Dal primo gennaio 2011 sale dall'1% applicabile per gli interessi maturati fino al 31 dicembre 2010 all'1,5% il tasso d'interesse legale previsto dall'art. 1284 del Codice Civile, per effetto di un provvedimento del 7 dicembre 2010, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 15 dicembre. Il tasso d'interesse legale si applica, tra gli altri, ai ritardati pagamenti di imposte e tributi, inclusi quelli effettuati avvalendosi del ravvedimento operoso.


Ultima modifica di rebi il Mer Dic 29, 2010 12:34 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
rebi
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 260
Età : 49
Localizzazione : Monte Cavallo
Data d'iscrizione : 15.02.08

MessaggioTitolo: Studi di settore e tasse: le novità del 2011   Mer Dic 29, 2010 12:27 pm

I crediti fiscali dal 2011


Novità non piacevole per i titolari di partita Iva, specie in un momento di crisi che porta spesso a problemi di liquidità. A partire dal primo gennaio 2011 il contribuente non può più compensare con altri tributi in F24 eventuali crediti erariali ad esempio per Iva o per imposte sui redditi, qualora lo stesso contribuente abbia dei debiti per imposte e accessori iscritti a ruolo a titolo definitivo di importo complessivo superiore a 1.500 euro, la cui data di pagamento sia naturalmente scaduta. Il divieto di compensazione opera fino a concorrenza dell'importo dei debiti stessi.
Per i crediti Iva di importo superiore a 10 mila o 15 mila euro rimangono inoltre in vigore i precedenti vincoli alla compensazione con altri tributi o contributi, ossia la preventiva presentazione della dichiarazione Iva annuale separata e, sopra i 15 mila euro, l'ottenimento del «visto di conformità» da un professionista, o dal collegio sindacale se la società ha i sindaci a cui è affidata la revisione legale. Oltre all'obbligo, una volta presentata la dichiarazione annuale Iva separata ed ottenuto il visto di conformità sopra i 15 mila euro, di effettuare la compensazione del credito Iva esclusivamente attraverso i servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate Fisconline o Entratel. Senza possibilità di utilizzare in compensazione il credito Iva superiore a 10.000 euro attraverso i servizi di home banking e remote banking.


Ultima modifica di rebi il Mer Dic 29, 2010 12:35 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
rebi
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 260
Età : 49
Localizzazione : Monte Cavallo
Data d'iscrizione : 15.02.08

MessaggioTitolo: Studi di settore e tasse: le novità del 2011   Mer Dic 29, 2010 12:28 pm

Lavoro, sgravi sui nuovi accordi


La legge di Stabilità 2011 proroga per tutto il 2011 la norma, già in vigore dal 2009, che prevede per i premi di produttività ed efficienza corrisposti ai dipendenti l'applicazione di un'imposta forfettaria del 10%, sostitutiva delle ordinarie aliquote Irpef e addizionali.
L'imposta si applica per premi annui non superiori a 6 mila euro lordi, purché i dipendenti abbiano avuto nel 2010 un reddito di lavoro non superiore a 40 mila euro lordi l'anno scorso il limite di reddito era fissato a 35.000 euro lordi.


Ultima modifica di rebi il Mer Dic 29, 2010 12:35 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
rebi
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 260
Età : 49
Localizzazione : Monte Cavallo
Data d'iscrizione : 15.02.08

MessaggioTitolo: Studi di settore e tasse: le novità del 2011   Mer Dic 29, 2010 12:28 pm

Ravvedimento operoso più caro


Aumentano le sanzioni per regolarizzare con il «ravvedimento operoso» eventuali omessi o carenti versamenti di imposte, Iva e ritenute a causa di errori o semplicemente di carenza di liquidità. Per le violazioni commesse a partire dal primo febbraio 2011 la sanzione dovuta per sanare entro 30 giorni la violazione commessa sale dall'attuale 2,5% al 3%. Qualora la regolarizzazione dell'omesso o carente versamento avvenga entro il termine di presentazione della relativa dichiarazione annuale, la penalità da pagare cresce dal precedente 3% al 3,75%. Inoltre, per gli accertamenti emessi dal primo febbraio 2011, sempre la legge di Stabilità aumenta dal precedente 25% un quarto al 33% un terzo l'importo delle sanzioni da applicare in caso di definizione della controversia mediante «accertamento con adesione».


Ultima modifica di rebi il Mer Dic 29, 2010 12:35 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
rebi
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 260
Età : 49
Localizzazione : Monte Cavallo
Data d'iscrizione : 15.02.08

MessaggioTitolo: Studi di settore e tasse: le novità del 2011   Mer Dic 29, 2010 12:29 pm

Nuovi studi settore




Per tenere conto della persistente situazione di crisi economica, per quest'anno, così come già avvenuto nel 2010 per i redditi 2009, è prevista la possibilità per il ministero dell'Economia di rivedere, entro il 31 marzo 2011, il contenuto e gli importi degli studi di settore applicabili per il 2010.


Ultima modifica di rebi il Mer Dic 29, 2010 12:36 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
rebi
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 260
Età : 49
Localizzazione : Monte Cavallo
Data d'iscrizione : 15.02.08

MessaggioTitolo: Studi di settore e tasse: le novità del 2011   Mer Dic 29, 2010 12:29 pm

Riscossione più rapida per gli accertamenti


A partire dal primo luglio 2011 l'avviso di accertamento non sarà più seguito dalla cartella di pagamento cioè non ci sarà più l'iscrizione a ruolo, ma sarà un titolo immediatamente esecutivo, in quanto conterrà l'intimazione al pagamento delle maggiori imposte accertate, degli interessi e delle relative sanzioni entro 60 giorni dalla notifica dell'accertamento. Se il contribuente ricorre alla Commissione Tributaria Provinciale dovrà comunque provvedere al pagamento a titolo provvisorio del 50% delle maggiori imposte accertate e relativi interessi entro sessanta giorni dalla notifica dell'avviso di accertamento, senza attendere la successiva cartella di pagamento che poteva arrivare anche dopo svariati mesi.


Ultima modifica di rebi il Mer Dic 29, 2010 12:36 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
rebi
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 260
Età : 49
Localizzazione : Monte Cavallo
Data d'iscrizione : 15.02.08

MessaggioTitolo: Studi di settore e tasse: le novità del 2011   Mer Dic 29, 2010 12:30 pm

Comunicazione telematica dei dati di clienti e fornitori


Con provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 22 dicembre è stata data attuazione alla norma del D.L. 78/2010 manovra estiva 2010 che ha introdotto l'obbligo di trasmissione telematica dei dati delle fatture emesse e ricevute e delle operazioni rilevanti ai fini Iva partita Iva o codice fiscale della controparte e importo del corrispettivo. Si tratta di una norma che, pur con comprensibili ragioni di contrasto all'evasione fiscale, introduce un nuovo adempimento burocratico piuttosto oneroso per tutti i titolari di partita Iva società, imprese e professionisti.
Per l'anno 2010, la comunicazione va effettuata entro il 31 ottobre 2011 e riguarda le operazioni di valore unitario pari o superiore a 25 mila euro, oltre ad Iva, e solo se per l'operazione vi era obbligo di emissione della fattura, con esclusione quindi delle operazioni nei confronti di privati consumatori anche se è stata emessa la fattura. A partire dalle operazioni effettuate dal 2011, che andranno comunicate all'Agenzia delle Entrate entro il 30 aprile 2012, l'obbligo di comunicazione riguarderà tutte le operazioni di importo unitario non inferiore ad Euro 3.000, oltre ad Iva. Per le operazioni nei confronti di clienti privati consumatori l'obbligo decorre solo dalle operazioni compiute dal primo maggio 2011 ed il valore minimo comprensivo dell'Iva è di euro 3.600.




Massimo Fracaro
Stefano Poggi Longostrevi
29 dicembre 2010
Tornare in alto Andare in basso
Campena
Novizio
Novizio
avatar

Numero di messaggi : 99
Età : 37
Localizzazione : Altotevere Umbro ma col cuore nella Valcella...
Data d'iscrizione : 07.04.09

MessaggioTitolo: Re: CODICE FISCALE SU SPESE OLTRE EURO 3000   Mer Dic 29, 2010 9:03 pm

Commento riferito solo al primo articolo: molto bene.

L'autore parla di "codicillo ", e di "sacrificio";
ma quale sacrificio! che problema ci sarà mai a portarsi dietro il codice fiscale quando si fa una spesa sopra i 3600 euro!
quante spese del genere si faranno mai in un anno? non vedo il minimo problema.
Poi tra l'altro il codice fiscale c'è anche nella tessera sanitaria, che si usa per scaricare le medicine,
io, per esempio, ce l'ho sempre dietro, in un portatessere, insieme alla patente, al bancomat e altre tessere.

Per i commercianti o chi ha un'attività, logicamente, le spese sopra i 3000 euro saranno molto più numerose, ma comunque il problema è inesistente.

Secondo me, salvo aggiornamenti, questo è un ottimo provvedimento, anzi, era ora!
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: CODICE FISCALE SU SPESE OLTRE EURO 3000   

Tornare in alto Andare in basso
 
CODICE FISCALE SU SPESE OLTRE EURO 3000
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» DONA IL TUO 5X1000 A STRADA PER UN SOGNO ONLUS
» Grandi spese
» Lampedusa. Vendevano le figlie a 3 euro.
» 03 - Codice Penale del Regno delle Due Sicilie
» Legge - Modifica Codice Penale

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Apecchio :: Economia-
Andare verso: