il forum di Apecchio!
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Ultimi argomenti
» Un saluto Al forum!
Gio Gen 19, 2017 1:53 pm Da manny

» Ma ancora qualcuno passa?
Ven Ott 23, 2015 9:56 am Da alvin

» Per seguire le news del tubo!
Mar Ott 20, 2015 5:25 pm Da manny

» CONCERTO ZEN CIRCUS APECCHIO!! 22 AGOSTO!
Mer Ott 29, 2014 10:03 am Da manny

» Consulenza filosofica (Aicofi)
Mer Giu 18, 2014 1:22 pm Da manny

» Musica senza restrizioni per video
Mer Giu 18, 2014 1:20 pm Da manny

» Gioco cruciverba su apecchio.net
Sab Ott 26, 2013 7:16 pm Da alvin

» Poesia - Letteratura
Sab Ago 03, 2013 6:56 pm Da alvin

» Danzando con i fantasmi - Andrea Sponticcia
Gio Giu 20, 2013 12:27 pm Da spo

» Per gli interessati a piccoli gudagni/Risparmi online vendere e acquistare ecc
Mar Mag 21, 2013 11:25 am Da manny

» BRONTOLO dossier
Lun Mag 06, 2013 6:54 pm Da alvin

» Consigli ortaioleschi (periodo di orti)
Lun Apr 22, 2013 8:58 am Da alvin

» Virus [polizia postale, guardia di finanza]
Lun Mar 25, 2013 2:58 pm Da manny

» Luminamars 2013
Sab Mar 16, 2013 7:24 pm Da alvin

» Video del Notubo in onda su LACOSA
Gio Mar 07, 2013 10:09 am Da manny

» Ma che Bella Figura !
Mar Mar 05, 2013 4:41 pm Da Gacchan

» Consigli!?
Sab Gen 26, 2013 9:25 am Da alvin

» Dischi volanti -Ritrovamento
Mer Dic 26, 2012 8:23 am Da alvin

» Sull' Ilva (a servizio Pubblico) travaglio
Mar Dic 04, 2012 9:36 pm Da manny

» Crash video con videogames
Ven Nov 30, 2012 10:19 pm Da manny

ContApecchiesi

Condividere | 
 

 The big leaks

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
xetrix
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 923
Età : 31
Localizzazione : somewhere over the rainbow
Data d'iscrizione : 18.02.08

MessaggioTitolo: The big leaks   Lun Nov 29, 2010 4:52 pm

Quando in questi anni si diceva: "Berlusconi ha massacrato l'immagine dell'Italia in Europa e nel mondo" si veniva sempre tacciati di antiberlusconismo miope e agguerrito, bè ecco forse avevamo ragione a pensarlo.

Ora sappiamo cosa pensano di noi negli Stati Uniti e, ovviamente, non solo..

Trattati come un paese governato da un inetto, uno totalmente inaffidabile che ha praticamente consegnato nelle mani di Gheddafi e soprattutto Putin un paese della Nato.

Ovviamente in Italia non ci sarà alcuna ripercussione, troppo assuefatto questo popolo, sfottuto ovunque quando si tratta di politica e cose serie insomma.

Certo bastava in questi anni leggere ogni tanto i commenti dei siti di giornalismo stranieri, ora tutti lo sanno, sono inutili le smentite.

Che ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso
alvin
Apecchiese Attivo
Apecchiese Attivo


Numero di messaggi : 247
Data d'iscrizione : 02.03.10

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Lun Nov 29, 2010 8:04 pm

Cosa ne penso?
Penso che agli altri paesi (leaders ecc) non è che sia andata meglio!

Ma penso anche che...
Se in casa tua, ma anche nella mia, e credo in tutte, mettessero una cimice e venisse pubblicato ciò che vien detto nell'arco di una giornata, ci ritroveremmo al mattino accerchiati da polizia, servizi segreti, parenti e amici imbufaliti e con qualche capo di imputazione sulle spalle.
E' normale! In casa (uno stato è un grande famiglia) si va per le spicciole, si dicono cose che mai si direbbero in pubblico, perlomeno non in quella forma sbrigativa che (trattandosi di beghe interne) è necessariamente l'antitesi della diplomazia.

Purtroppo, caro Xetrix, non mi sorprende affatto che la tua etica di moralizzatore non abbia colto invece che quel modo di carpire le informazioni è basato su un furto, su un illecito estremamente grave, facendoti invece adagiare su un trionfalismo esecrabile.
Tornare in alto Andare in basso
xetrix
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 923
Età : 31
Localizzazione : somewhere over the rainbow
Data d'iscrizione : 18.02.08

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Lun Nov 29, 2010 9:25 pm

Ah bè certo, il tuo "mal comune mezzo gaudio" rispecchia benissimo tutti i commenti di chi dall'alto ha, come sempre, cercato di oscurare. Una misera consolazione, nonchè una miope interpretazione.

Io credo che ogni cittadino ha il dovere di pretendere comportamenti morali dai propri governanti, visto che questo non è possibile da anni nessuno lo pretende più, nemmeno io, infatti di quell'aspetto, se ben leggi, non ne ho fatto menzione.

Quello che ho cercato di sottolineare, evidentemente non sufficientemente bene, è l'aspetto tutto politico di quei file che riguardano l'Italia, dove si parla di leader inaffidabile e pericolosamente in contatto con persone che, a seguito di eventuali affari privati potrebbe cambiare le politiche estere del nostro paese.

Non ho idea di che discorsi si fanno nel salotto di casa tua ma quello detto sopra(miseramente riassunto, rimandando ai vari articoli) è tutto tranne che mero gossip, sono preoccupanti e preoccupati pensieri politici.

E' ovvio che qualcuno dirà:"siete sempre lì a cavalcare l'onda per strumentalizzare", certo è che di onde ne passano ultimamente, e qualcuna è troppo grande per poter essere schivata o ignorata.

Il fatto che le informazioni siano state rubate non significa che non si possano commentarne i contenuti.
Non sto qui, almeno per ora, a giudicare la figura ambigua di Assange.
Tornare in alto Andare in basso
xetrix
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 923
Età : 31
Localizzazione : somewhere over the rainbow
Data d'iscrizione : 18.02.08

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Lun Nov 29, 2010 9:53 pm

Ah, un ultima cosa: nelle mie parole non c'è traccia di trionfalismo.
Sentire il proprio paese sfottuto e vederlo sfregiare quotidianamente da qualcuno che non mi rappresenta affatto, vederlo nelle mani di qualcuno che ogni giorno contibuisce a dare meno credibilità ad una mia (ed altre migliaia di giovani) possibile futura esperienza all'estero.
Parla con qualcuno che è tornato da studiare all'estero e capisci che non si può essere felici di tutto questo, ed è anche per questo che non si può stare zitti.

C'è delusione, profonda, e tanta stanchezza di vedere questo tutti i santi giorni.
Tornare in alto Andare in basso
manny
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1653
Età : 32
Localizzazione : Valcella
Data d'iscrizione : 17.11.07

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Lun Nov 29, 2010 11:17 pm

credo che l'italia non è mai stata peggio. Credo che l'immagine italiana sia cambiata notevolmente. Dalla terra della cultura alla terra delle mazzette e gnocca.
Tornare in alto Andare in basso
http://22iPazzi.blogspot.com
xetrix
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 923
Età : 31
Localizzazione : somewhere over the rainbow
Data d'iscrizione : 18.02.08

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Gio Dic 02, 2010 8:22 am

stanno continuando ad uscire i cable da wikileaks,oggi il NYT pubblica una serie di report scritti direttamente dall'ambasciatore americano a Roma sul rapporto tra Italia e Russia, o meglio, tra Berlusconi e Putin, bè c'è ben poco gossip:
"La voglia del primo ministro Berlusconi di essere percepito come un importante giocatore europeo in politica estera sta portando l'Italia a sostenere gli sforzi russi di danneggiare la Nato".

"La corrosiva influenza della Russia sta minacciando la credibilità di Berlusconi e sta diventando irritante per le nostre relazioni".

"Purtroppo Berlusconi tratta la politica russa come fa con gli affari domestici: tatticamente e giorno per giorno. Il suo preponderante desiderio è di rimanere nelle grazie di Putin ed ha frequentemente dato voce a opinioni e dichiarazioni che gli sono state passate direttamente da Putin".

"Contatti avuti sia con il partito di opposizione di centrosinistra, Pd, sia con lo stesso partito di Berlusconi, Pdl, hanno alluso a una relazione ancora più nefanda. Loro credono che Berlusconi e i suoi intimi stiano approfittando personalmente e a mani basse dei molti accordi sull'energia tra la Russia e l'Italia. L'ambasciatore della Georgia a Roma ci ha detto che il governo georgiano ritiene che Putin ha promesso a Berlusconi una percentuale di profitto da ogni gasdotto sviluppato dall'Eni insieme a Gazprom".

"Le basi di questa amicizia sono difficili da comprendere, ma molti interlocutori ci dicono che Berlusconi crede che Putin abbia fiducia in lui più che negli altri leader europei".

"Un contatto nell'ufficio del primo ministro ci ha raccontato che i loro frequenti incontri sono accompagnati dallo scambio di regali lussuosi".

"l'influenza russa sulla politica italiana ha il suo fattore più importante nell'attenzione personale che Putin riserva a questa relazione. E' stato il primo leader mondiale a incontrarsi con Berlusconi dopo le elezioni del 2008, arrivando in Sardegna per incontrare il premier designato prima ancora che avesse giurato. Berlusconi crede che Putin sia un suo amico intimo e continua ad avere più contatti con lui che con altri leader del mondo".

"Anche il ministro degli Esteri Frattini ammette di non avere nessuna influenza su Berlusconi.

"è il vicepresidente Dick Cheney,durante una visita in Italia, a chiedere conto a Frattini del poco cooperativo atteggiamento pubblico dell'Italia". Con che effetti? "Un sottomesso Frattini nota che, mentre lui avrebbe forti opinioni sull'argomento, nondimeno ha ricevuto gli ordini di marcia dal primo ministro".

"l'ambasciatore e il ministro degli Esteri spesso sanno dei colloqui avuti tra Berlusconi e Putin soltanto quando sono avvenuti e con pochi background. C'è dunque tutta la frustrazione per essere lasciati all'oscuro".

"Berlusconi ammira lo stile di governo macho, decisivo e autoritario di Putin, che crede corrispondere anche al suo".

"nel caso della vendita a Gazprom da parte dell'Eni del suo 20 per cento di Gazpromneft, una sussidiaria dei russi, Mosca insisteva per pagare al di sotto del prezzo di mercato ma alla fine paga il giusto dopo che Berlusconi aveva fatto valere il suo peso con Putin".




Tornare in alto Andare in basso
thedreamers



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 18.09.10

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Gio Dic 02, 2010 12:55 pm

quando la gente smetterà di considerare berlusconi come una persona uguale a noi tutto questo logoro paese andrà meglio.
volete capire che lui non è come me, te, noi?? ricopre una carica pubblica (purtroppo) e questo lo dovrebbe costringere a comportarsi in modi consoni e non a fare come ca**o gli pare!

basta di giustificarlo, non è giustificabile!! e non lo sarebbe nemmeno se lo considerassimo al di fuori del ruolo che ricopre!
se sbaglia deve pagare!

e basta anche di guardare ai panni sporchi degli altri! i nostri se sono meno sporchi non vuol dire che siano indossabili!
siamo lo zimbello del pianeta lo capite?? ma voi, se uscite dall'italia, non vi vergognate nemmeno un pò? siamo un popolo che viene beffato e ci stà bene, ce ne accorgiamo ogni giorno ma a nessuno sembra dispiacere! beh sai che ti dico alvin? è per colpa della gente che la pensa come te che siamo messi come siamo.

"E' normale! In casa (uno stato è un grande famiglia) si va per le spicciole, si dicono cose che mai si direbbero in pubblico, perlomeno non in quella forma sbrigativa che (trattandosi di beghe interne) è necessariamente l'antitesi della diplomazia."

uno stato non è affatto una grande famiglia, è un istituzione che deve garantire il mio, il tuo, il nostro benessere, non ci si può permettere assolutamente di dire cose che non si direbbero all'esterno perchè lo stato è l'esterno! se berlusconi vuole scendere a chiacchiere spicciole le può fare davanti ad uno dei suoi bei caminetti in una delle sue tante belle ville, NON ALL'INTERNO DELL'ISTITUZIONE STATO! perchè quello che pensa si ripercuote su delle scelte che determinano il nostro futuro! non solo il suo! lo capisci?

"Purtroppo, caro Xetrix, non mi sorprende affatto che la tua etica di moralizzatore non abbia colto invece che quel modo di carpire le informazioni è basato su un furto, su un illecito estremamente grave, facendoti invece adagiare su un trionfalismo esecrabile."

te consideri furto le informazione date da wikileaks ma non tutto quello che ruba e sta rubando il nostro caro presidente, prima fra tutti la libertà di espressione(vedi censure fatte sotto il berlusconismo)!
senza poi contare i voti, i soldi, le reti pubbliche, la giustizia, le proprietà, la verità,l'informazione, la cultura etc....queste cosa sono?? frivolezze il cui furto va lasciato perdere?? si stà parlando di diritti di noi tutti, ma siccome ce li toglie il dio presidente possiamo chiudere 12345mila occhi non è vero??

non capisco proprio cosa abbiate in testa, forse un mini berlusconi ballerino che vi dice cosa fare..spero che arrivi al più presto pure dentro al mio di cervello, così almeno posso smetterla di soffrire davanti a questo sfacelo.
Tornare in alto Andare in basso
alvin
Apecchiese Attivo
Apecchiese Attivo


Numero di messaggi : 247
Data d'iscrizione : 02.03.10

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Gio Dic 02, 2010 2:02 pm

thedreamers ha scritto:
.... beh sai che ti dico alvin? è per colpa della gente che la pensa come te che siamo messi come siamo.
.
Senti amico (se è il caso di chiamarti così..): Devi darti una regolata e soprattutto una calmata con le parole.

Premetto che non sono un berlusconiano, non lo sono mai stato e non lo sopporto, almeno quanto non sopporto gli attuali leader della sinistra che sanno sblatterare, ma stanno lì per la poltrona e nulla gliene frega di mettere insieme una coalizione credibile.

Ciò detto spesso mi trovo a rispondere a Xetrix e Bostrengo con un fraseggio tagliente, una ironia sferzante, ma nel rispetto di una dialettica che, seppur "vivace", non trascende nell'offesa.
Questo accade perché so di avere a che fare con gente intellettualmente onesta, al di là delle opinioni che sovente non condivido. E dunque se loro mi rispondono a tono vuol dire che me la sono cercata.

Ma che ora tu, neo iscritto al tuo terzo messaggio su questo forum (che esiste da svariati anni) venga a predicarmi la verità, ad accusarmi sino a scaricarmi addosso la colpa dell'andazzo attuale... beh questo no!

Sono più di trent'anni che mi sto facendo il mazzo. Appartengo al quel popolo delle partite-iva, a quella media-piccola-micro imprese che sta tuttora salvando l'Italia dalla bancaratotta.

E se tu non stai peggio di come stai ora, il merito è anche mio.

Ricordatelo quando apri bocca!

Tornare in alto Andare in basso
thedreamers



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 18.09.10

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Gio Dic 02, 2010 6:03 pm

mamma mia che reazione!!
in primis non dò direttamente la colpa a te come persona, ma ai pensieri che come te milioni di italiani hanno.per fortuna a determinare un evento non è una singola persona (del popolo), ma la molteplicità, però visto che molti hanno,a mio giudizio, un pensiero come il tuo e che questo pensiero si traduce poi in voto, (perchè, il più delle volte sono proprio le persone che ragionano così che lo votano), mi vien da dire che la colpa è di questi individui,di quelli che lo giustificano e che quindi lo sostengono, sia a livello di morale che a livello di votazione: votandolo e facendolo vincere si contribuisce allo sfacelo del paese.
so che ti fai il culo, come tutti credo, non sei l'unico che lavora sai..ma questo non toglie che secondo me ragioni in modo sbagliato, una cosa infatti, non esclude l'altra, e poi comunque non credo di averti offeso, non ti ho dato mica del coglione o quant'altro, ho solo espresso il mio giudizio su un tuo pensiero (quando uno si espone deve essere pronto a ricevere critiche, se no si tengono i pensieri per se), anche perchè posso farlo pure se in questo forum sono solo al mio 3° (ora 4° messaggio).
ti ringrazio per il lavoro che tutti i giorni svolgi anche per me,con le mie parole non volevo assolutamente disprezzarlo, disprezzo solo l'omertà che hai mostrato scrivendo quella frase..poi magari ho interpretato male che ne so..però per me, dire che è lecito fare dei discorsetti (chiamiamoli così) quando si ricopre una carica pubblica come se si stesse
(s)parlando in famiglia,beh..è omertà!perchè tutti vedono quello che succede, e tutti lo nascondono dietro futili frasi ipocrite di comprensione e giustifica come questa.

e non ti arrabbiare, si fa per parlare..io non so manco chi sei, figurati..
Tornare in alto Andare in basso
alvin
Apecchiese Attivo
Apecchiese Attivo


Numero di messaggi : 247
Data d'iscrizione : 02.03.10

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Gio Dic 02, 2010 8:35 pm

Insisti nel citare parole come "omertà" che non mi appartengono.
In una ipotetica classifica di quelli che nel forum si "espongono" di più, sarei di sicuro nella Top Ten, magari in coda, ma ci sarei.

A suo tempo non ho lesinato critiche ai carabinieri (che, innegabilmente offesi, avevano reagito con multe indiscriminate anziché prendersela con i responsabili delle offese, circa i quali, sono certo, sapessero di tutto e di più). Onde evitare problemi al Forum andai di mia iniziativa in caserma a chiarire la mia identità.

Non ho lesinato critiche alle amministrazioni comunali, orbe in passato e affatto lungimiranti tuttora, il cui malgoverno ha danneggiato l'economia locale anziché sostenerla contribuendo così all'agonia in cui versa il nostro paese.

Non ho lesinato critiche al governo attuale e mi sono pure incazzato perchè quei paraculi di Bersani, D'Alema, Rutelli, Donadi, Giordano, Veltroni etc, etc, non danno vita ad una sinistra "con le palle" che vorrei forte anche se (egoisticamente) la vorrei tale solo per avere un centro-destra altrettanto competitivo.

Arrivi tu e proclami che "se siamo messi come siamo, la colpa è mia e di quelli che la pensano come me".

Io ho risposto all'argomento avanzato da Xetrix sul caso "Wikileaks", ritenendolo di poco spessore politico, non meritevole, a mio avviso, dell'esultanza euforica di Xetrix in quanto si sa bene, e lo riconfermo, che in ambito extra diplomatico non si va troppo per il sottile circa i commenti.

Wikileaks! Il tema però era Wikileaks. Giusto? Bene. Allora vatti a rileggere il tuo post. Sei saltato di palo in frasca, hai affrontato cinquanta argomenti che nulla c'entrano con Wikileaks, pur di sparacchiare a 360°, pur di strillare il tuo odio per il berlusca e trarne la considerazione che i rei della situazione sono quelli che la pensano come me.

Al che il minimo che io possa pensare è: Ma tu quello che scrivi, lo rileggi o no prima di pubblicarlo?

**********
Dulcis in fundo nel tuo post di replica esordisci con un bel "mamma mia che reazione!! "

Vabbe! Auguri figliolo!
Tornare in alto Andare in basso
alvin
Apecchiese Attivo
Apecchiese Attivo


Numero di messaggi : 247
Data d'iscrizione : 02.03.10

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Dom Dic 05, 2010 10:32 am

Il caso Wilileaks si sta sgonfiando. La gravità dell'illecito sta pesando ben più della rilevanza di quelle notizie (sostanzialmente gossip), illecito sul quale i giustizialisti sinistroidi avevano immediatamente sorvolato in nome dell'antiberlusconismo ad ogni costo.

Colossi informatici del calibro di Paypal, gestori di domini, ecc stanno facendo terra bruciata attorno ad Assange.
Pressioni politiche? No! La querelle Google-Cina dimostra che questa gente decide con la propria testa e se ne fotte del "desiderio" dei governi.

Coloro che esultavano. Coloro che si sono risentiti quando ho fatto notare che la cosa poggiava sulla illegalità. Coloro che considerano il mio pensiero la causa dell'Italia allo sfascio... prendano nota!

Capisco che in situazioni di difficoltà come ora, affiori un istinto di "giustizia sommaria". Ma Berlusca va mandato a casa usando l'unico metodo democratico esistente. Il voto del popolo. Nient'altro. Né gossip, né mignotte, né ribaltoni, né governi tecnici. Niente che non sia stato il popolo a legittimare.
Tornare in alto Andare in basso
manny
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1653
Età : 32
Localizzazione : Valcella
Data d'iscrizione : 17.11.07

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Lun Dic 06, 2010 1:44 pm

La legalità e' strutturata, se vuoi le informazioni, in questo mondo, molto spesso sei costretto a forzare la mano.
Credo che occorre scoperchiare il vaso di Pandora e vedere che schifo c'e' dentro.
Ma capisco, che i giochi sono più complessi nel pianeta umanità.
E sicuramente non mi reputo abbastanza informato, colto e intelligente per tirare le somme. Quindi.. bo nulla.. eheheh
Tornare in alto Andare in basso
http://22iPazzi.blogspot.com
xetrix
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 923
Età : 31
Localizzazione : somewhere over the rainbow
Data d'iscrizione : 18.02.08

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Mar Dic 14, 2010 8:35 am

"Romani favorisce Mediaset"

"La legge italiana sul web sembra scritta per censurare Internet, un precedente per nazioni come la Cina

"Questo è uno schema familiare: Berlusconi e Mediaset hanno usato il potere di governo in questo modo sin dai tempi di Bettino Craxi"

(la legge sul web) "sembra essere scritta per dare all'esecutivo margine di manovra per bloccare o censurare i contenuti internet. Questa legge rappresenterebbe un precedente per nazioni come la Cina che copierebbero o citerebbero questa "giustificazione" per il giro di vite sulla libertà di parola"

FRasi di Tavaglio? Da una puntata di Annozero?
NO

Tutte frasi del famoso Giustizialista Sinistroide David Thorne, ambasciatore USA a Roma..

Solo una opinione personale, oltrechè un consiglio:il fatto che il Tg1, Tg4 e il Tg5 non diano notizie ciò non significa che non ci siano!!!!



QUANDO IL DITO INDICA LA LUNA LO STOLTO GUARDA IL DITO.
Tornare in alto Andare in basso
thedreamers



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 18.09.10

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Mar Dic 14, 2010 6:31 pm

oddio alvin, leggere ciò che scrivi è una sconfitta, una presa per il sedere all'intelligenza.
definire gossip archivi segreti di stato è forse quello che più mi ha sconvolto..quindi per te associazioni come la cia sono dei semplici paparazzi?
dovremmo informare quelli di novella 2000, così forse cominceranno a lavorare con loro.

per quanto riguarda google, paypal e i gestori di domini beh, porre il caso wikileaks uguale alla censura cinese è da idioti, per primo perchè la cina è un solo paese, e non è quindi un entità pericolosa e troppo determinante mentre a dar la caccia ad assange c'erano le polizie di tutto il mondo, capirai che andar contro a tutti i governi mondiali mi sembra cosa ben più difficile e rischiosa: le pressioni son di più, gli interessi più grandi e i pericoli maggiori.

ma poi il ragionamento è ancora più facile: se fossero solo gossip queste notizie che dice di voler divulgare, perchè è così tanta la paura??cioè, mi spiego meglio, non credo che l'america tremi davanti ad un gossip no??

a proposito dell'illegalità...hanno dovuto accusarlo di stupro(più precisamente del mancato utilizzo del preservativo), questo ti dice tutto (dovrebbe). ma tutto sommato è inutile accendere la luce per un uomo cieco.

Tornare in alto Andare in basso
alvin
Apecchiese Attivo
Apecchiese Attivo


Numero di messaggi : 247
Data d'iscrizione : 02.03.10

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Mar Dic 14, 2010 8:53 pm

x The dreamers: pensavo ti fossi placato. Questo exploit (direi a scoppio ritardato, ma comprendo eventuali problemi di lavoro o quant'altro) mi coglie di sorpresa. Per i tempi ovviamente, non per il contenuto ampiamente prevedibile.

Innanzi tutto grazie dell'"idiota". Non escludo di essermi spiegato male, ma tu valuta anche la possibilità di non averci capito un cazzo su quel che ho scritto.
Non ho affatto posto il caso Wikileaks uguale alla censura cinese. Ho detto che i colossi informatici (google per esempio) hanno dimostrato di non fermarsi di fronte ai diktat dei governi (cinese per esempio). Se per il caso Wikileaks tali colossi (Paypal, Visa, ecc) hanno preso provvedimenti è perchè hanno ritenuto illegale la faccenda.


Ciò detto, replico con quanto già scritto tempo addietro. Lo faccio con un copia-incolla come fanno sovente altri postatori (ma almeno è roba mia).

Se in casa tua, ma anche nella mia, e credo in tutte, mettessero una cimice e venisse pubblicato ciò che vien detto nell'arco di una giornata, ci ritroveremmo al mattino accerchiati da polizia, servizi segreti, parenti e amici imbufaliti e magari anche con qualche capo di imputazione sulle spalle.
E' normale! In casa (uno stato è un grande famiglia) si va per le spicciole, si dicono cose che mai si direbbero in pubblico, perlomeno non in quella forma sbrigativa che (trattandosi di beghe interne) è necessariamente l'antitesi della diplomazia.

Se te la senti di essere così ipocrita da negare quanto sopra, scrivilo bello grande, ma bello grande però!

Assange è un hacker (un eccellente hacker che ammiro per la sua abilità informatica) ma resta un ladro di informazioni. É un bravissimo scassinatore di sistemi informatici.
Allora ti dico: Hai presente la banda del buco, quei ladri che, senza colpo ferire, svuotavano i caveau? Geniali! Chi non li ha ammirati?
Però ladri restano! O vogliamo fargli il monumento?
---------
Ho visto oggi la contestazione esplosa dopo che il centrodestra ha incassato la fiducia. Automobili e cassonetti alle fiamme, vetrine infrante, ecc. Probabilmente esagitati dei centri sociali di siinistra che intendono risolvere i problemi di un paese con i sanpietrini.

Ho visto oggi la contestazione ai danni di Bonanni. Probabilmente esagitati di destra che intendono risolvere i problemi di un paese con la violenza.

Ecco, queste cose mi danno la nausea. Ma per voi va tutto bene. Senato e Camera incamerano DEMOCRATICAMENTE la fiducia? Beh... si sfascia, si incendia, si distruggono auto (che cazzo dai fuoco a una Panda che magari è di un operaio?)
Eppure da parte vostra nessun commento.
Bravi!

Mi spiace. Io, sui tuoi discorsi dissenati, (e pure su quelli di Xetrix) non interverrò più. Non vale la pena di perderci tempo.
Raccontate ciò che vi pare, rigirate la frittura come siete soliti fare o come più vi aggrada, ma non c'è ragione di replicare.
Anzi, opinione personalissima, credo che il calo di partecipazione al forum dipenda in leggera misura anche da questo modo stomachevole di usarlo.

Piuttosto invito a restare sotto la soglia dell'offesa. Questo si! Perchè sembra che a molti riesca naturale!


Tornare in alto Andare in basso
xetrix
ho partecipato alla cena
ho partecipato alla cena
avatar

Numero di messaggi : 923
Età : 31
Localizzazione : somewhere over the rainbow
Data d'iscrizione : 18.02.08

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Mer Dic 15, 2010 11:03 am

Wikileaks: Assange ERA un hacker, ora non è altro che una persona che sovraintende a tanti hacker che lui paga per far fuoriuscire (leak) informazioni riservate.
Assange è chiaramente pagato profumatamente da qualcuno che,a quanto pare, non ha proprio tanta simpatia per gli USA, lui non ha soldi per poter mantenere i server del sito, che costano milioni di euro all'anno, visto che il sito non ha praticamente entrate.
Quindi non c'è niente di romantico o di ideale in quello che fa, è solo uno strumento nelle mani di qualcuno.

2 parte: le contestazioni di ieri sono cominciate ben prima del si alla camera e non dipendono da quello, hanno scelto solo quella data perchè, evidentemente, era la più simbolica.

Le contestazioni di ieri sono stata una porcata assoluta,perchè alcune frange di studenti con (ne sono sicuro guardando i video) alcuni ultras, distruggono insieme alle vetrine tutte le potenzialità di una protesta pacifica alle quali, anche qui a Bologna, ho partecipato.

Quando in aula si vince per il voto "comprato" di 2 deputati la fiducia non è stata ottenuta democraticamente ma con un reato, il cosiddetto Voto di scambio, perseguito dalla legge.

Non so chi sia sto Dreamers, io parlo per me, i miei discorsi sono del tutto assennati, se non altro sempre calmi e pacati, e comunque senza mai offese, probabilmente chi si scalda spesso e, alle volte, sorprendentemente, forse sei tu.

In ogni caso riuscirò comunque a farmene una ragione se non rispondi più a miei post, del resto nemmeno io ho mai risposto alle tue filastrocche.
Tornare in alto Andare in basso
alvin
Apecchiese Attivo
Apecchiese Attivo


Numero di messaggi : 247
Data d'iscrizione : 02.03.10

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Mer Dic 15, 2010 2:28 pm

xetrix ha scritto:
... le contestazioni di ieri sono cominciate ben prima del si alla camera e non dipendono da quello...
Oggi, proprio oggi, alle 12.45 su RAI3 un certo Augias, soggetto che stimo molto e che non appartiene di certo all'area di centro destra, ha esplicitamente dichiarato che le violenze sono iniziate quando si è saputo che la mozione di sfiducia era stata respinta. "Esplicitamente" significa che ha detto testuale :"Le violenze sono iniziate quando si è diffusa voce che la mozione di sfiducia era stata respinta!". É chiaro?
Trarre le dovute considerazioni. La mia è che, o tu, o lui ,avete detto una cosa falsa.

Quanto alla "migrazione" dei parlamentari ti rimando a ciò che ha scritto Bostrengo nel post "il mercato delle vacche". Anch'io vorrei capire perché da dx a sx è lecita mentre da sx a dx è reato.

Le filastrocche? Rispettavano metrica e rima. Non ti stupire, ma qualcuno si è pure complimentato. Più avanti arriverò persino a riproporne altre.
Sono apparse come un eccesso di celebrazione verso un paese, il mio paese, che amo molto. Questo si.
Non erano "per tutti". Presentavano difficoltà rilevanti poichè era previsto che la soluzione fosse data da un pool di almeno 7 persone (caccia al tesoro).
Anche se ora ti aggrada sostenerlo, non credo che tu le abbia volutamente snobbate. La tua "non partecipazione" così come quella di moltissimi altri, ai quali l'osso è apparso duro, rientra nella normalità.

Avevano però il merito di non voler far credere niente a nessuno, come invece accade sovente in alcuni post di questo forum.


Tornare in alto Andare in basso
manny
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1653
Età : 32
Localizzazione : Valcella
Data d'iscrizione : 17.11.07

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Gio Dic 16, 2010 2:04 am

Credo che se esprimessi le mie vere opinioni scatenerei un putiferio. Siamo in un paese di creonti e di polinici sempre meno.
Tornare in alto Andare in basso
http://22iPazzi.blogspot.com
thedreamers



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 18.09.10

MessaggioTitolo: Re: The big leaks   Gio Dic 16, 2010 10:06 am

LETTERA SCRITTA DA ROBERTO SAVIANO (gomorra) PER I RAGAZZI DEL MOVIMENTO, lettera che condivido.

CHI LA LANCIATO un sasso alla manifestazione di Roma lo ha lanciato contro i movimenti di donne e uomini che erano in piazza, chi ha assaltato un bancomat lo ha fatto contro coloro che stavano manifestando per dimostrare che vogliono un nuovo paese, una nuova classe politica, nuove idee.

Ogni gesto violento è stato un voto di fiducia in più dato al governo Berlusconi. I caschi, le mazze, i veicoli bruciati, le sciarpe a coprire i visi: tutto questo non appartiene a chi sta cercando in ogni modo di mostrare un'altra Italia.

I passamontagna, i sampietrini, le vetrine che vanno in frantumi, sono le solite, vecchie reazioni insopportabili che nulla hanno a che fare con la molteplicità dei movimenti che sfilavano a Roma e in tutta Italia martedì. Poliziotti che si accaniscono in manipolo, sfogando su chi è inciampato rabbia, frustrazione e paura: è una scena che non deve più accadere. Poliziotti isolati sbattuti a terra e pestati da manipoli di violenti: è una scena che non deve più accadere. Se tutto si riduce alla solita guerra in strada, questo governo ha vinto ancora una volta. Ridurre tutto a scontro vuol dire permettere che la complessità di quelle manifestazioni e così le idee, le scelte, i progetti che ci sono dietro vengano raccontate ancora una volta con manganelli, fiamme, pietre e lacrimogeni. Bisognerà organizzarsi, e non permettere mai più che poche centinaia di idioti egemonizzino un corteo di migliaia e migliaia di persone. Pregiudicandolo, rovinandolo.

Scrivo
questa lettera ai ragazzi, molti sono miei coetanei, che stanno occupando le università, che stanno manifestando nelle strade d'Italia. Alle persone che hanno in questi giorni fatto cortei pieni di vita, pacifici, democratici, pieni di vita. Mi si dirà: e la rabbia dove la metti? La rabbia di tutti i giorni dei precari, la rabbia di chi non arriva a fine mese e aspetta da vent'anni che qualcosa nella propria vita cambi, la rabbia di chi non vede un futuro. Beh quella rabbia, quella vera, è una caldaia piena che ti fa andare avanti, che ti tiene desto, che non ti fa fare stupidaggini ma ti spinge a fare cose serie, scelte importanti. Quei cinquanta o cento imbecilli che si sono tirati indietro altrettanti ingenui sfogando su un camioncino o con una sassaiola la loro rabbia, disperdono questa carica. La riducono a un calcio, al gioco per alcuni divertente di poter distruggere la città coperti da una sciarpa che li rende irriconoscibili e piagnucolando quando vengono fermati, implorando di chiamare a casa la madre e chiedendo subito scusa.

Così inizia la nuova strategia della tensione, che è sempre la stessa: com'è possibile non riconoscerla? Com'è possibile non riconoscerne le premesse, sempre uguali? Quegli incappucciati sono i primi nemici da isolare. Il "blocco nero" o come diavolo vengono chiamati questi ultrà del caos è il pompiere del movimento. Calzano il passamontagna, si sentono tanto il Subcomandante Marcos, terrorizzano gli altri studenti, che in piazza Venezia urlavano di smetterla, di fermarsi, e trasformano in uno scontro tra manganelli quello che invece è uno scontro tra idee, forze sociali, progetti le cui scintille non devono incendiare macchine ma coscienze, molto più pericolose di una torre di fumo che un estintore spegne in qualche secondo.

Questo governo in difficoltà cercherà con ogni mezzo di delegittimare chi scende in strada, cercherà di terrorizzare gli adolescenti e le loro famiglie col messaggio chiaro: mandateli in piazza e vi torneranno pesti di sangue e violenti. Ma agli imbecilli col casco e le mazze tutto questo non importa. Finito il videogame a casa, continuano a giocarci per strada. Ma non è affatto difficile bruciare una camionetta che poliziotti, carabinieri e finanzieri lasciano come esca su cui far sfogare chi si mostra duro e violento in strada, e delatore debole in caserma dove dopo dieci minuti svela i nomi di tutti i suoi compari. Gli infiltrati ci sono sempre, da quando il primo operaio ha deciso di sfilare. E da sempre possono avere gioco solo se hanno seguito. E' su questo che vorrei dare l'allarme. Non deve mai più accadere.

Adesso parte la caccia alle streghe; ci sarà la volontà di mostrare che chi sfila è violento. Ci sarà la precisa strategia di evitare che ci si possa riunire ed esprimere liberamente delle opinioni. E tutto sarà peggiore per un po', per poi tornare a com'era, a come è sempre stato. L'idea di un'Italia diversa, invece, ci appartiene e ci unisce. C'era allegria nei ragazzi che avevano avuto l'idea dei Book Block, i libri come difesa, che vogliono dire crescita, presa di coscienza. Vogliono dire che le parole sono lì a difenderci, che tutto parte dai libri, dalla scuola, dall'istruzione. I ragazzi delle università, le nuove generazioni di precari, nulla hanno a che vedere con i codardi incappucciati che credono che sfasciare un bancomat sia affrontare il capitalismo. Anche dalle istituzioni di polizia in piazza bisogna pretendere che non accadano mai più tragedie come a Genova. Ogni spezzone di corteo caricato senza motivazione genera simpatia verso chi con casco e mazze è lì per sfondare vetrine. Bisogna fare in modo che in piazza ci siamo uomini fidati che abbiano autorità sui gruppetti di poliziotti, che spesso in queste situazioni fanno le loro battaglie personali, sfogano frustrazioni e rabbia repressa. Cercare in tutti i modi di non innescare il gioco terribile e per troppi divertente della guerriglia urbana, delle due fazioni contrapposte, del ne resterà in piedi uno solo.

Noi, e mi ci metto anche io fosse solo per età e per - Dio solo sa la voglia di poter tornare a manifestare un giorno contro tutto quello che sta accadendo - abbiamo i nostri corpi, le nostre parole, i colori, le bandiere. Nuove: non i vecchi slogan, non i soliti camion con i vecchi militanti che urlano vecchi slogan, vecchie canzoni, vecchie direttive che ancora chiamano "parole d'ordine". Questa era la storia sconfitta degli autonomi, una storia passata per fortuna. Non bisogna più cadere in trappola. Bisognerà organizzarsi, allontanare i violenti. Bisognerebbe smettere di indossare caschi. La testa serve per pensare, non per fare l'ariete. I book block mi sembrano una risposta meravigliosa a chi in tuta nera si dice anarchico senza sapere cos'è l'anarchismo neanche lontanamente. Non copritevi, lasciatelo fare agli altri: sfilate con la luce in faccia e la schiena dritta. Si nasconde chi ha vergogna di quello che sta facendo, chi non è in grado di vedere il proprio futuro e non difende il proprio diritto allo studio, alla ricerca, al lavoro. Ma chi manifesta non si vergogna e non si nasconde, anzi fa l'esatto contrario. E se le camionette bloccano la strada prima del Parlamento? Ci si ferma lì, perché le parole stanno arrivando in tutto il mondo, perché si manifesta per mostrare al Paese, a chi magari è a casa, ai balconi, dietro le persiane che ci sono diritti da difendere, che c'è chi li difende anche per loro, che c'è chi garantisce che tutto si svolgerà in maniera civile, pacifica e democratica perché è questa l'Italia che si vuole costruire, perché è per questo che si sta manifestando. Non certo lanciare un uovo sulla porta del Parlamento muta le cose.
Tutto questo è molto più che bruciare una camionetta. Accende luci, luci su tutte le ombre di questo paese. Questa è l'unica battaglia che non possiamo perdere.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: The big leaks   

Tornare in alto Andare in basso
 
The big leaks
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Apecchio :: Politica Locale & Estera :: Politica Nazionale e Internazionale-
Andare verso: