il forum di Apecchio!
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  
Argomenti simili
Ultimi argomenti
» Un saluto Al forum!
Gio Gen 19, 2017 1:53 pm Da manny

» Ma ancora qualcuno passa?
Ven Ott 23, 2015 9:56 am Da alvin

» Per seguire le news del tubo!
Mar Ott 20, 2015 5:25 pm Da manny

» CONCERTO ZEN CIRCUS APECCHIO!! 22 AGOSTO!
Mer Ott 29, 2014 10:03 am Da manny

» Consulenza filosofica (Aicofi)
Mer Giu 18, 2014 1:22 pm Da manny

» Musica senza restrizioni per video
Mer Giu 18, 2014 1:20 pm Da manny

» Gioco cruciverba su apecchio.net
Sab Ott 26, 2013 7:16 pm Da alvin

» Poesia - Letteratura
Sab Ago 03, 2013 6:56 pm Da alvin

» Danzando con i fantasmi - Andrea Sponticcia
Gio Giu 20, 2013 12:27 pm Da spo

» Per gli interessati a piccoli gudagni/Risparmi online vendere e acquistare ecc
Mar Mag 21, 2013 11:25 am Da manny

» BRONTOLO dossier
Lun Mag 06, 2013 6:54 pm Da alvin

» Consigli ortaioleschi (periodo di orti)
Lun Apr 22, 2013 8:58 am Da alvin

» Virus [polizia postale, guardia di finanza]
Lun Mar 25, 2013 2:58 pm Da manny

» Luminamars 2013
Sab Mar 16, 2013 7:24 pm Da alvin

» Video del Notubo in onda su LACOSA
Gio Mar 07, 2013 10:09 am Da manny

» Ma che Bella Figura !
Mar Mar 05, 2013 4:41 pm Da Gacchan

» Consigli!?
Sab Gen 26, 2013 9:25 am Da alvin

» Dischi volanti -Ritrovamento
Mer Dic 26, 2012 8:23 am Da alvin

» Sull' Ilva (a servizio Pubblico) travaglio
Mar Dic 04, 2012 9:36 pm Da manny

» Crash video con videogames
Ven Nov 30, 2012 10:19 pm Da manny

ContApecchiesi

Condividere | 
 

 Articoli di P. Rumiz su Repubblica

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
DocMassimo
Novizio
Novizio


Numero di messaggi : 120
Età : 59
Localizzazione : VALCELLA
Data d'iscrizione : 06.06.09

MessaggioOggetto: Articoli di P. Rumiz su Repubblica   Mar Ago 11, 2009 1:39 pm

Ogni giorno esce su Repubblica un articolone (2 pag) di questo grande giornalista amante della natura, dell'arte, delle tradizioni e anche della buona cucina, che racconta la cronaca di un suo viaggio attraverso l'Italia 8ora è in Calabria). I primi due sono stati molto belli.. vi segnalo anche un suo libro "la leggenda dei Monti naviganti" che racconta un suo viaggio con una topolino dalle dolomiti carniche fino alla Sila, descrive luoghi e personaggi non conosciuti al grande pubblico ma veramente suggestivi ed interessanti (es. i fauni che abitano i boschi dell'appennino modenese: niente fantasie sono uomini e donne reali che... bhe leggetevelo)
Tornare in alto Andare in basso
starna
Apecchiese Attivo
Apecchiese Attivo
avatar

Numero di messaggi : 394
Età : 44
Localizzazione : la Pìa nei giorni festivi
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioOggetto: Re: Articoli di P. Rumiz su Repubblica   Ven Ago 14, 2009 9:45 am

oggi sul corriere.it c'è un articolo che parla del nostro paesello....

Feste. Da quella dedicata al lupo mannaro al Panettone Party
L’Italia delle (strane) sagre
Piacciono a tre su quattro
Sono 500 ad agosto. I ristoratori: ci rubano clienti

Il lardo È il protagonista di una nota sagra che si tiene ad Arnad (Aosta) che con la «Fehta dou Lar», celebra il tradizionale lardo alpino
ROMA — Per spiluccare si potrebbe partire dalla Ligu­ria: «Sagra da Lumaga» a Leri­ci, condita da un giro di li­scio sulle note del maestro Martinelli. Per il primo, un salto in Sicilia a Buseto Paliz­zolo, ventunesima festa della «pasta cu l’agghia e sasizza ar­rustuta », tanto per star legge­ri. Il secondo? Basta sceglie­re: la «Sagra de lu vitellu» a Pievefavara di Caldarola, nel­le Marche, il «castrato al ragù cu’ maccarun r’ zit» a Serra­darce in Campania, la «Feta di Teteun», caratteristico sa­lume preparato a Gignod, in Valle d’Aosta, con la mam­mella di mucca (sì, il teteun). Oppure, per facilitare la dige­stione, si potrebbe fare un sal­to in val Brembana, per «Mangia’ e bif a spas per i contrade», dove almeno tra una mangiata e una bevuta si cammina anche un po’.


Il Cilento: La manifestazio­ne nasce sedici anni fa con l’obiettivo di recuperare la tradizione dei piatti tipici della cucina cilentana
Arriva Ferragosto e brulica­no le sagre, celebrazione di quel clima da strapaese che fa tanto estate, ciabatte e Sol­leone. Piacciono a tre italiani su quattro, dice un sondag­gio della Coldiretti. E non è una sorpresa visto che garan­tiscono formidabili abbuffa­te low cost , dettaglio non tra­scurabile in quest’estate di crisi.

Ma tra piatti del territorio, musica del territorio, ritorno sul territorio di chi è andato fuori, stand e fumo di salsic­cia celebrano anche l’orgo­glio delle radici. Non a caso nomi e manifesti sono spes­so in dialetto. Da Nord a Sud. Sagra de sa fregua ad Assolo in Sardegna, du menestrun a Cabanne di Rezzoaglio in Li­guria, R’ Fasul Scucchiu­larèdd a Casalbuono, in Cam­pania, La madonna de agost da curti a curti, a Montereale Valcellina, Pordenone, Féhta dou lar (che poi sarebbe il lar­do) ad Arnad, in Valle d’Ao­sta.

Solo ad agosto sono alme­no cinquecento le manifesta­zioni organizzate in tutta Ita­lia. Con i ristoratori che conti­nuano a lamentarsi per il pre­sunto scippo di clienti: secon­do uno studio della Confcom­mercio che riguarda solo la Toscana, le feste paesane avrebbero fatto calare del ventisette per cento gli incas­si delle normali trattorie. Qualche perplessità ce l’ha pure (nientemeno) il capo della Protezione civile. Tem­po fa, rivolto ai sindaci italia­ni, Guido Bertolaso li invitò a fare «meno sagre della salsic­cia e più prevenzione per la messa in sicurezza del territo­rio, che purtroppo funziona di meno per essere rieletti». Evidentemente il suo consi­glio non è stato ascoltato.


ISi chiama panissa il risotto del Vercellese legato alla tradizione contadina: gli è stata dedicata la sagra
Ci si buttano tutti. Chi può mettere sul piatto (di plasti­ca) specialità di una certa fa­ma, come Sauris che celebra il prosciutto, Vercelli con la Panissa, cioè un riso e fagioli con lardo e cotica, oppure Scheggino in Umbria con la pecora. Chi qualcosa da pro­porre ce l’ha ma davvero di nicchia: la patata banzanese a Banzano di Montoro supe­riore, in Campania, la patata macchiaiola ad Arcidosso, la ficamaschia dorata (un tipo di merluzzetto fritto) a Port’Ercole, il bostrengo (un dolce di riso, cioccolato ed uvetta) nella marchigiana Apecchio. E persino chi, sen­za piatto tipico, si rifugia in ever green non proprio indi­geni: a Badia di Frisa, in Abruzzo, c'è la Sagra del «pro­sciutto, melone e bruschet­ta », a Tufara, in Molise, quel­la degli spaghetti.

Un settore così fiorente da far sgomitare anche chi è co­stretto al fuori stagione: a Mantovana c’è la sagra del bollito misto, a Pianello Val Tidone quella del cotechino. Fino al caso di Borbona, nel Lazio, dove a mezzogiorno di Ferragosto c'è addirittura il Panettone Party. Sì, il panet­tone, proprio quello che si mangia a Natale. Ne hanno messi da parte dodici, confi­dano in qualche arrivo dell’ul­tima ora e sono disposti a chiudere un occhio anche per il rivale di sempre, il pan­doro.


Si svolge a Gratteri (Palermo) ed è rivolta agli appassionati di panetti fritti cosparsi di zucchero
«È un gioco ed anche un modo per riciclare gli avanzi delle feste» se la ride l’orga­nizzatore Francesco Cortese. Se è per questo, pochi chilo­metri più in là, a Poggio Mir­teto, c’è anche la sagra del lu­po mannaro.

Lorenzo Salvia
Tornare in alto Andare in basso
 
Articoli di P. Rumiz su Repubblica
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» la repubblica delle banane
» Leggi Serenissima Repubblica di Venezia
» OVODONAZIONE - REPUBBLICA CECA - AIUTO!! E MI PRESENTO:)
» Arrivo Gran Ciambellano della Repubblica di Siena
» STATUTO DEGLI AMBASCIATORI della Repubblica Fiorentina presso la Serenissima Repubblica di Venezia e della Serenissima Repubblica di Venezia presso la Repubblica fiorentina.

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Apecchio :: Filosofia, Letteratura, Teologia, Storia :: Letteratura-
Andare verso: